Loading color scheme

Pulizia energetica ambienti

Una sensazione nota a molti di noi è quella di sentirsi bene o a disagio in alcuni ambienti. Capita di trovarsi in luoghi che sentiamo a primo acchito familiari e che ci ispirano serenità così come di sentire tensione e voglia di fuggire in altri. 

Le spiegazioni energetiche sono molteplici e cambiano da situazione a situazione. Una cosa da specificare è che non esistono energie negative nell'accezione che comunemente viene utilizzata per definirle. La parola "negativo" è relativa in quanto anche una leonessa che uccide una gazzella è un fatto negativo per la gazzella ma positivo per i cuccioli della leonessa, allo stesso modo un sasso può essere positivo per la formica che vi si nasconde sotto e estremamente negativo per chi lo riceve in testa. Non esistono quindi energie negative quanto  energie che vibrano su frequenze diverse dall'ambiente in cui abitano. Queste energie devono essere tolte da alcuni luoghi e reinserite nell'Universo nella loro frequenza.

Da dove provengono queste energie?

Alcuni luoghi sono avvertiti con "aria pesante" in quanto, chi li ha abitati vi ha depositato nel tempo pensieri tristi, aggressivi, violenti, giudizi, invidia, intenzioni cattive.  

Sono luoghi che possono aver subito la presenza di persone deluse, frustrate, arrabbiate, depresse, stressate, demotivate, tutte caratteristiche che contribuiscono a emanare frequenze disturbanti e contaminanti. Altri ambienti presentano energie "pesanti" poiché la loro energia è stata contaminata da azioni cruente (omicidi, torture, violenti litigi) o dal contatto prolungato con persone sofferenti o situazioni drammatiche.

Un altro caso è quello che vede la presenza in certi luoghi di entità che possono avere diverse caratteristiche: Possono essere entità umane trapassate (defunti) che non sono riuscite a raggiungere la luce e vagano nel "modo di mezzo" confuse, possono essere entità più o meno elevate provenienti da "altri mondi" per motivi diversi, possono essere anime rimaste "attaccate" ad un luogo o ad una persona fondamentalmente per tre motivi:

- ossessioni : anime che dopo il trapasso rimangono vicine a persone conosciute, spesso figli o parenti o colleghi stretti, perchè non accettano di non potersi più occupare di ciò che fino ad allora avevano seguito loro stessi. Ad esempio il capo di un'azienda che vuole proseguire il lavoro iniziato in vita e rimane vicino in modo ossessivo al figlio che ha preso il suo posto o a colui che ha preso il suo incarico. L'ossessione viene avvertita in modo forte, è facile sentire questa presenza, avere la sensazione costante di essere osservati e giudicati, di non essere all'altezza.

-presenze : sono anime che dopo il trapasso rimangono nell'ambiente in cui hanno vissuto per motivi diversi, o per un attaccamento forte che avevano in vita nei confronti di quei luoghi o perchè morte improvvisamente, in incidenti, in modo traumatico, senza che la propria anima avesse ancora preso in considerazione questa evenienza e quindi, senza avere conoscenza delle "strade per la luce", cosa che gli anziani o chi sa di stare per morire impara a conoscere in modo che, giunti a quel momento, hanno consapevolezza del percorso che li attende.

-possessioni : a volte, se una persona ha perso una o più parti di anima, lascia un vuoto che può essere "riempito" da altre parti di anima vaganti, così alcune entità possono "attaccarsi" nella zona mancante di anima e, in certi casi di perdite molto gravi, sostituirsi interamente alla persona impossessata agendo al suo posto. Diversamente da quello che vediamo in televisione o pensiamo, le possessioni totali non sono di lunga durata, generalmente durano da pochi secondi a qualche minuto, tempo nel quale il soggetto non ricorda cosa ha fatto, detto, agito. Anche soggetti in preda ad alcool o droghe rilasciano, nel periodo dell'effetto delle sostanze, parti importanti  di anima e sono più soggette a questi problemi. Nel caso di anime attaccate in una zona del corpo dove c'è stata la perdita invece, l'entità che si è attaccata può rimanere per molto tempo e possono verificarsi problemi fisici anche importanti oltre alla sensazione di non essere più se stessi.

In tutti questi casi l'operatore agisce per convincere l'anima del defunto o dell'entità presente a ritornare nella luce, cosa che non sempre riesce. Teniamo a sottolineare  nuovamente che non esistono entità negative ma solo entità che hanno perso "la bussola", che sono confuse, perse e che possono anche aggregarsi fino a sembrare "cattive" per i problemi che generano; in verità sono solamente sulla strada sbagliata.

 

Alcuni esempi di motivi per i quali richiedere una pulizia energetica di un ambiente:

 

- ambienti in cui ci siano stati conflitti, tensioni 

- ambienti dove dovete trasferirvi 

- locali di lavoro come uffici, sale d’attesa, sale di lunga degenza

- negozi 

- ambienti che hanno visto sofferenza

- ambienti in cui ci sia stato un lutto 

- ambienti in cui avvengono episodi non comuni (accensione/spegnimento di luci, problemi elettrici, rumori insoliti, ombre in movimento, etc.)

- ambienti in cui si averte la sensazione che qualcosa non vada per il verso giusto (improvvisa perdita di clienti, calo del lavoro, continui incontri non proficui etc.)

 

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito. Può conoscere i dettagli consultando la nostra privacy policy qui. Privacy Policy.

Accetto i cookies
EU Cookie Directive plugin by www.channeldigital.co.uk